Nel Settembre 1966, dopo otto anni di studi e applicazioni per comprendere i fenomeni determinanti la qualità degli amplificatori audio, Lavardin Technologies inaugurò il suo primo laboratorio di ricerca e produzione.
Situato nella valle della Loira nei pressi del castello medioevale di Lavardin, che ispirò l’equipe allora alla ricerca di un nome per la nuova attività, il piccolo ma efficiente stabilimento diede inizio alla produzione del integrato Model IT.
Il successo di questo apparecchio fu immediato e tutte le più accreditate riviste del settore, da Absolute Sound ad HI FI plus, da Hi FI news a Stereophile, da Suono a Image Hi Fi, da Diapason a What HiFi sancirono con recensioni entusiasmanti e vari riconoscimenti la nascita di un nuovo riferimento nell’amplificazione del segnale musicale.
In pochissimo tempo il fenomeno Lavardin si presentò nell’affollato mondo Hi Fi come un evento inaspettato, che fece sensazione in virtù delle sue doti di musicalità, frutto di innovazione tecnologica e di accuratezza costruttiva.

Nel 2000 Lavardin Technologies si trasferì in una nuova fabbrica di 600 mq., nelle vicinanze di Tours, dove si sono rese disponibili superiori possibilità di progettazione e di costruzione a livelli mai precedentemente raggiunti.

Tutte la azioni, i progetti e i prodotti sono sviluppati su tre parametri individuati da Lavardin Technologies: innovazione, valore e serietà professionale.

L’obbiettivo dello staff della Lavardin è di sviluppare ulteriormente la tecnologia “Memory Free Amplification” che aprirà la strada a nuovi e migliorati apparecchi audio, per una qualità sonora ancor più stupefacente.
Tutti i prodotti Lavardin sono costruiti in Francia con un severo controllo di assemblaggio dei singoli componenti, la cui origine spazia dagli USA al Canada, dal Giappone all’Italia, Francia e altre nazioni dell UE.
Macchine a controllo numerico ad altissima precisione e velocità lavorano sulle parti meccaniche, le schede elettroniche sono costruite a sud di Parigi da una azienda che fornisce la sua tecnologia ad aziende del settore aeronautico e spaziale, la saldatura finale è effettuata in sede da una macchina saldatrice ad onda Vitronics-Soltec e completamente controllate da microscopi stereoscopici Vision-Engineering.
Ogni amplificatore Lavardin è sottoposto a numerosi test durante le fasi di produzione, ugualmente vengono controllati i singoli componenti e dopo l’assemblaggio la scheda madre viene testata prima di essere chiusa nel telaio dell amplificatore. Una volta, chiuso ogni apparecchio viene sottoposto ad un ciclo di test per quattro giorni e successivamente ascoltato con brani di musica di riferimento.
Nessun prodotto Lavardin lascia la fabbrica senza essere sottoposto al test di ascolto per essere sicuri che svolga correttamente la sua più importante funzione: rispettare la musica.

[button size=”medium” target=”_self” text=”Leggi le recensioni dal 1997 al 2015″ link=”http://www.lavardin.com/lavardin-newsF.html” font_style=”normal” background_color=”#76c4ea”]